“…alcuni antropologi sostengono che il tatuaggio sia uno dei gesti con cui l’uomo si è differenziato dalla scimmia, un gesto di consapevolezza di sé…” (Luisa Gnecchi Rusconi)

Sono Erin, siciliana, classe 1987, tatuatrice dal 2012 e illustratrice freelance dal 2015.

Qirat (kirat) è la mia ricerca sull’identità, il cui scopo è la costruzione di un nuovo sé o la sua affermazione attraverso il segno inciso nella pelle. Il progetto nasce dalla mescolanza dei caratteri del tatuaggio “tradizionale” in senso stretto: il disegno è battuto a mano, senza l’ausilio della macchinetta e nasce per essere unico; a questo si vuole unire la sua antica funzione di strumento terapeutico, unito allo studio della simbologia e ad una conoscenza in costante crescita del tradizionale italiano e americano.

“Qirat” era il nome arabo del carato, che derivava dal nome del seme della carruba ed era utilizzato come unità di misura di peso per i metalli preziosi. Diventa quindi simbolo del legame con la propria origine, non intesa come impedimento ma come strumento di conoscenza di sé.


Martina Licitra © tutti i diritti riservati

Partita Iva 01617120884

Tecnologia WordPress.com.